logo-black

ESTRAZIONI DI DENTI, RADICI E TERZO MOLARI / DENTI DI GIUDIZIO

L’ estrazione di un dente è un evento a cui non vogliamo mai ricorrere e cerchiamo di esaurire tutti le possibilità per non farlo. A volte però un dente si ammala ed è troppo danneggiato per curarlo o salvarlo e l’unica soluzione per evitare delle complicazioni più gravi è di estrarlo. Le principali cause che possono portarci a dover estrarre un dente sono:

  • Un dente gravemente cariato
  • Un dente fratturato
  • Una frattura della radice
  • Un dente del giudizio che provoca dolore o infezioni continue
  • Un dente che si muove dovuto ad una malattia parodontale
  • Un dente che si muove per il sovracaricamento da bruxismo
  • Un dente da latte che non cade
  • Per affollamento e per creare spazio sull’arcata dentale per un trattamento ortodontico

Ogni paziente è diverso e così la situazione della sua salute. Da noi ogni paziente viene valutato attentamente prima di fare qualsiasi intervento per evitare qualsiasi complicazione perchè


Il nostro interesse è il vostro benessere!

APICECTOMIA DENTALE

L’ apicectomia dentale è un intervento a cui si ricorre quando una semplice devitalizzazione non basta. È un intervento classificato come microchirurgia endodontica e consente di rimuovere con un'estrema precisione una piccola parte della punta della radice del dente , detta apice, insieme a qualsiasi tessuto circostante interessato dall’infezione.

Un apicectomia dentale è indicata:

  • Nel caso in cui il paziente è stato sottoposto ad una devitalizzazione che non si è conclusa con successo
  • Nella presenza di un perno o di un strumento rotante rimasto all’interno del canale
  • Nel caso in cui nel canale radicolare si sono formati dei depositi di calcio che impediscono di devitalizzare il dente
Dopo qualche mese dall’intervento è importante sottoporsi ad un controllo radiografico per verificare la buona riuscita dell’intervento.

RICOSTRUZIONE OSSEA PRE IMPLANTARE

A causa di un’estrazione dentale complessa o eseguita parecchi anni prima si può perdere l’altezza e il spessore dell’osso rendendo impossibile o antiestetico il posizionamento di un impianto.

Per ricreare un aspetto estetico favorevole e creare le condizioni ideali per l’inserimento e posizionamento dell’impianto si può ricorre alla chirurgia pre impiantare con lo scopo di aumentare o rigenerare lo spessore dell’osso perso.

L’intervento consiste nel inserire il materiale da innesto nella zona dove vogliamo rigenerare nuovo osso che poi viene ricoperto con una membrana riassorbibile . Questa membrana ha la funzione di stabilizzare il materiale da innesto in maniera tale che dopo 6-9 mesi si trasformi in nuovo tessuto osseo , rendendo quindi possibile l’ottimale posizionamento e osteointegrazione dell’ impianto.

MICRO CHIRURGIA PLASTICA PARODONTALE

La microchirurgia plastica parodontale può essere eseguita per migliorare l’aspetto estetico dei tessuti intraorali visibili nella zona del sorriso. Si trova la sua massima applicazione nel trattamento delle recessioni gengivali , comunemente detto abbassamento o retrazione delle gengive. Le recessioni gengivali possono essere causate da molteplici fattori come uno spazzolamento errato, mancanza congenita di adeguata gengiva aderente, da inserzioni muscolari o di frenuli aberranti, alla prominenza del dente, con sua malposizione, oppure rotazione, da abitudini viziate o, in casi più gravi, dalla parodontite.

Bisogna premettere che la prima cura è di stabilizzare o eliminare la causa. Una volta fatta si può procedere alla ricopertura della radice tramite degli innesti che si ottengono spostando tessuto da aree adiacenti (lembi peduncolati) o prelevandolo da altre aree che vengono così chiamate siti donatori (lembi liberi) o da una combinazione dei due (lembi bi-laminare). Il tessuto prelevato dalla zona donatrice si riforma spontaneamente mentre il tessuto molle che viene innestato in poche settimane da luogo ad una graduale formazione gengivale nuova